La farfalla, simbolo di biodiversità
AREE PROTETTE

 

L’attività della COGECSTRE è caratterizzata fondamentalmente dalla gestione di aree protette. Fin dalla sua fondazione la cooperativa ha mostrato particolare attenzione alle tematiche dell’ambiente, ottenendo continui riconoscimenti da parte della pubblica amministrazione e delle associazioni ambientaliste, WWF in primis. La profonda conoscenza del territorio ha dato il via nel 1987 alla gestione dell’Oasi naturale del Lago di Penne, i cui risultati si sono resi subito evidenti. Ciò ha attirato l’attenzione di vari enti, favorendo così la gestione di nuove aree protette. Attualmente l’attività di gestione aree protette della COGECSTRE riguarda la Riserva Naturale Regionale Lago di Penne su incarico del Comune di Penne,la Riserva Naturale Regionale Punta Aderci di Vasto e Riserva Naturale Regionale Grotte di Luppa a Sante Marie. Nel passato la cooperativa ha gestito la Riserva Naturale Regionale Lago di Serranella (Comuni di Altino, Casoli, Sant’Eusanio del Sangro, in provincia di Chieti); la Riserva Naturale Regionale Castel Cerreto (Comune di Penna Sant’Andrea, provincia di Teramo) in convenzione con il Comune di Penna Sant’Andrea; la Riserva Naturale Regionale ed Oasi del WWF Italia Abetina di Rosello (Comune di Rosello); l’Oasi Naturale Cascate del Verde (Comune di Borrello); la Riserva Naturale Regionale Maiella Orientale di Lama dei Peligni; l’Oasi Naturale Abetina di Selva Grande (Comune di Castiglione Messer Marino, provincia di Chieti); la Riserva Naturale Regionale Valle dell’Orta (Comuni di Bolognano e San Valentino in Abruzzo Citeriore, provincia di Pescara) per conto del Comune di Bolognano.